Cuore Aperto Costa d’Avorio

MISSIONE IN COSTA D’AVORIO

L’associazione ha deciso, considerate le pressanti richieste ricevute dagli amici della Costa d’Avorio, di aprire anche in questo stato il progetto Cuore Aperto.

Il tutto inizia nel 2007, quando l’intervento umanitario comincia a delinearsi: economicamente e scientificamente risulta molto complesso. Grazie al dottor Carlo Antonio Calamari (allora responsabile dell’Areu di Mantova) vengono coinvolti l’Areu di Milano e l’azienda ospedaliera Carlo Poma di Mantova.

Il 28 luglio 2008, a Mantova, viene siglato un gemellaggio tra AnPobic, il Poma, l’Areu e l’ospedale di Bongouanou, città capoluogo dell’omonima provincia.

DSCF1070DSCF1050
Nel luglio del 2009 entra nel vivo il progetto Emergency Transport, con il primo corso tenuto all’ospedale di Bongouanou da Gian Paolo Castelli (subentrato a Calamari alla direzione dell’Areu). Emergency Transport, in origine ha una durata triennale e prevede tre momenti di formazione (due in Costa d’Avorio e uno in Italia) per il personale ivoriano e la consegna di un numero compreso tra 2 e 8 ambulanze.

costav-89 costav-376 costav-382

Nel 2010 però in Costa d’Avorio si tengono le elezioni presidenziali e scoppia una terribile guerra civile che si protrae fino al 2011 congelando di fatto il progetto che può ricominciare solo nell’agosto 2012, con la seconda parte del corso e la consegna delle ambulanze.

Purtroppo l’ottusità della politica porta alla fine prematura del progetto. Nuove elezioni regionali vengono indette nella primavera del 2013 e la terza parte del piano d’azione, che prevedeva l’arrivo all’ospedale Poma di 4 persone tra medici e infermieri, viene cassata dal nuovo presidente della regione di Bongouanou.

In Costa D’Avorio Pobic ha fatto tutto ciò che ha potuto, ma quando il contesto le ha impedito di continuare non si è arresa: ha spostato le sue risorse in Nigeria, dove ha dato vita e mantiene attualmente i progetti “Cuore Aperto” e “Emergency Transport”.

costa-d'avorio-cuore01costa-d'avorio-cuore03costa-d'avorio-cuore04costa-d'avorio-cuore05Sopra: presentazione del progetto umanitario Cuore Aperto Costa d’Avorio al Dott. Francesco Santoro cardiochirurgo dell’Istituto Giannina Gaslini da parte del Presidente dell’associazione Avv. Paolo Novellini e del Presidente della regione di Moronu – Bongouanou Dott. Paul Koua Brou.

costa-d'avorio-cuore06costa-d'avorio-cuore07
Incontro con il Dott. Paolo Petralia,  Direttore generale dell’Istituto Giannina Gaslini per il progetto umanitario Cuore Aperto Costa D’Avorio.
costa-d'avorio-cuore08costa-d'avorio-cuore09Incontro con il Dott. Pr. Seka Assi Rémi – Direttore Generale dell’Istituto di Cardiologia di Abidjan, il più importante istituto di cardiologia della Costa d’Avorio

Facebook

Foto dal post di ONG OPEN HEART POBIC

Alla fine del viaggio abbiamo incontrato il Ministro della Salute dr. Rekawt H. Rashid Karim al quale abbiamo illustrato l’impegno umanitario..

19 likes, 0 comments1 month ago

Foto dal post di ONG OPEN HEART POBIC

Altre foto della realtà locale del Kurdistan iracheno

18 likes, 0 comments1 month ago

Foto dal post di ONG OPEN HEART POBIC

Oggi visita in un villaggio kurdo-iracheno. Questa è la realtà che abbiamo trovato qui…… cercheremo di aiutare questa povera gente con..

14 likes, 1 comments1 month ago

Foto dal post di ONG OPEN HEART POBIC

Lavoro intenso e complesso ma grande Intesa con Save the children Kurdistan. Qui la guerra ha segnato profondamente la popolazione e bloccato..

21 likes, 0 comments1 month ago

Foto dal post di ONG OPEN HEART POBIC

Arrivati in Kurdistan e primi incontri con Save the children Kurdistan. La delegazione è al lavoro per valutare e programmare il prossimo impegno

21 likes, 2 comments1 month ago